sabato 1 gennaio 2011

MATTEO


Mai avrei pensato di iniziare così il primo post del 2011,
ma mi sembrava giusto.

In mezzo a tanta allegria, mi devo fermare e pensare a questo giovane ragazzo.

Io abito a poche centinaia di metri dalla sua casa e vi assicuro che questa notte ogni petardo che scoppiava, pensavo a lui.

Chissà cosa provavano quei genitori questa notte a ogni botto.

Io li avrei proibiti, era una guerra questa notte, ma non era la guerra che si è portata via MATTEO!



11 commenti:

Lara ha detto...

Ciao Annamaria, anch'io questa notte mentre festeggiavo il nuovo anno ho pensato alla famiglia di questo ragazzo e a te che sei così vicina... Non ci sono parole per un dolore così grande. Lara

Grazia ha detto...

hai ragione....credo che si sarebbe potuto evitare....

Michela ha detto...

Ciao Annamaria. Hai proprio ragione lo strazio ed il dolore di quei genitori deve essere immenso.Anche se non vicina fisicamente a queste persone lo sono con il cuore. Grazie per avercelo ricordato
XXX
Michela

Teodo ha detto...

A volte quello che capita ti fa riflettere molto, purtroppo non siamo tutti sensibili nei confronti di gravi accadimenti. Ciao

quilter74 ha detto...

Ciao Annamaria,
vivo a Napoli,purtroppo ogni anno c'è la guerra per le strade e siamo sempre al primo posto per gli incidenti di fine anno.
Ieri sera pensavo di vivere in un paese dove era scoppiata la guerra...
Claudia.
P.S.
Se ti va, sì metti la foto con il link dei "Piccoli pensieri rosa",per me va bene anche così.
Baciotti!!

Cristina ha detto...

Quando ho letto la notizia ti ho pensato così tanto ho pensato conoscessi la famiglia e ho pensato a quanto dolore.........

Floriana ha detto...

brutto sparare i botti vicino alla casa del giovane morto,ciao

lorettamochiaspri ha detto...

Il nuovo anno ha portato un grande dolore alla famiglia di Matteo! Siamo vicini con la preghera ai suoi decorosi genitori

Bea. ha detto...

solo ora ho visto il tuo post!!!!!
e la notizia l'ho saputa in ritardo.....mi unisco al dolore della famiglia... e anche secondo me i festeggiamenti si potevano risparmiare.....ciao bea.

maria rosaria ha detto...

Anna Maria, ti ho pensata quando o sentito la notizia, mi chiedevo se tu lo conoscessi. In ogni caso ti sono vicina perchè un ragazzo della propria città che muore per portare pace altrove è un lutto familiare. Ti abbraccio!

maria rosaria ha detto...

Anna Maria, ho riletto il mio commento : ho scritto un verbo senza acca, pensaci tu a correggerlo. Baci

contatore stagioni

Pasqua