mercoledì 13 febbraio 2008

Ruth Sommer





Oggi vi volevo presentare un lavoro di quella che noi consideriamo la nostra capogruppo.

E' un quilt realizzato tutto a mano con tutti i resti che le giacevano in un cassetto da chissà quanti anni, visto che la mia amica lavora da ormai cinquanta anni.

Ruth ha portato il patchwork a Thiene quando si é sposata, possiede un telaio da trapunto che occupa una stanza intera, tutto in legno.La prossima settimana lo fotografo tanto perché vi rendiate conto.

E si può considerare come GREY una socia storica di Quiltitalia.

Non vi dico quanti anni ha, ma fate un pò voi.

6 commenti:

Grazia ha detto...

che bella!!!!!!!....la terro' presente per utilizzare tutti quei pezzetti di stoffa che mettiamo via......bellissima!!!!

Cristina ha detto...

Ho ora la certezza che mettere via tutti i pezzetti non è una fisima che si ha quando si inizia a fare patch....il quilt è meraviglioso e mi sembra che gli anni che ha la tua amica li porti strepitosamente......
Un abbraccio Cri

marisa ha detto...

I miei complimenti a Ruth.Ciao

Viola ha detto...

Spettacolare!!!!!!Questa è la dimostrazione che non si deve mai buttare via niente iihhihihhihi
spetto di ammirare il megatelaio.
Bacetti
Viola

Claudia ha detto...

Bellissima, sarebbe il mio sogno riuscire ad utilizzare gli avanzi. Copierò l'idea.
Ciao
Claudia

marzia ha detto...

E' meravilgioso!! Altro no oso dire.
Ciao Marzia

contatore stagioni

Pasqua